Carnevale di Fano

E se vi dicessimo che abitiamo a meno di un’ora dalla città di Fano e non eravamo mai stati al suo Carnevale? Scegliete la punizione adeguata fra:

  1. stare inginocchiati sui ceci per mezz’ora
  2. camminare sopra i carboni ardenti
  3. scrivere sulla lavagna di Bart Simpson “vergogna, vergogna, vergogna” almeno 100 volte

Qualunque sia la vostra scelta ce la meritiamo, ampiamente.

Tuttavia, siccome crediamo fermamente nel “meglio tardi che mai”, quest’anno abbiamo posto rimedio alla scandalosa mancanza 😅 e domenica abbiamo preso il treno e siamo partiti alla volta del Carnevale di Fano.

E’ da due giorni che penso a come scrivere questo articolo, avrò iniziato 10 bozze diverse ma nessuna mi ha mai veramente convinta. Speriamo questa sia la volta buona 😆.

Quando ero piccola ho sempre festeggiato il Carnevale e ricordo che aspettavo questo periodo quasi quanto Natale. Perché? Perché a Carnevale indossavo sempre dei costumi stupendi che la mia adorata nonna cuciva per me e per mia sorella e che, essendo fatti su misura, per forza di cose erano diversi dagli altri. Ricordo come fosse ieri i momenti passati in casa sua a prendere le misure stando in piedi su una sedia stile “Naomi Campbell de no antri”. Comunque, questi erano i risultati.

(si consiglia la visione esclusivamente a persone maggiorenni 😜)

Poi cresci e, spesso inevitabilmente, il Carnevale lo festeggi più dal punto di vista della tavola che del costume… Quindi quando quest’anno abbiamo finalmente deciso di andare a Fano, è stato l’entusiasmo di quando ero bambina il sentimento predominante.

NB. Tale entusiasmo non ha tuttavia portato la sottoscritta né ad acquistare, né tantomeno a confezionare, un costume ad hoc per l’occasione (ci organizzeremo per il 2018 – promesso!)

Ma torniamo a noi.

Trascorrere qualche ora a Fano in occasione del Carnevale è stato davvero piacevole grazie al mix di colori, musica e anche di ottima organizzazione.

Appena arrivati alla stazione abbiamo fatto una bella passeggiata in centro con pit-stop per pranzo in una delle bancarelle presenti nella piazza principale.

img-20170223-wa0013

Alle ore 15 è iniziata la sfilata dei carri, davvero belli, divertenti e attuali: da quelli dedicati ai personaggi della politica italiana e internazionale a quello sulle eccellenze italiane copiate (o contraffatte?) dalla Cina.

dav

Quello che ovviamente ci è piaciuto di più è stato il divertimento e la gioia negli occhi dei bambini, tutti travestiti e indaffarati a lanciare coriandoli, stelle filanti ma tutti, e dico tutti, con il broncio per non aver beccato nemmeno una caramella durante la sfilata. Ma dico io, va bene che c’è la crisi….ma che carnevale è senza il lancio delle caramelle dai carri? La sottoscritta ha atteso con la borsa aperta (sì, ho 34 anni) per tutta la sfilata e si è ritrovata con un mucchio di …coriandoli. Immaginate il mio disappunto e lo sguardo sconsolato di manager, la cui passione – oltre al calcio – sono le caramelle gommose.

Vabbè, ci siamo consolati dopo la sfilata tornando in centro e rifugiandoci in un bar davvero delizioso dove ci siamo sbranati due Castagnole con, appunto, la C maiuscola.

dav

dav

Morale di questa giornata carnevalesca?

Siamo tornati a casa con 1kg di coriandoli sparsi in ogni dove (non è anche questo il bello del carnevale?), 0 caramelle ma 1kg in più dovuto al pranzo e allo spuntino. In pratica abbiamo interpretato appieno il detto “a Carnevale ogni dolce vale”.

xoxo

Annunci

10 thoughts on “Carnevale di Fano

  1. Anche per noi andare a Venezia sarebbe un sogno, speriamo di farcela il prossimo anno 😅
    Nel frattempo, consoliamoci con bugie/sfrappole/fiocchetti e chi più ne ha più ne metta!
    Buon martedì grasso quindi 😜

    Mi piace

  2. Ahaha io pur non essendo così in là con l’età non lo festeggio più o meno da un secolo il carnevale, qualche volta mi capita di mangiare giusto le bugie e come dici tu forse da adulti è la parte più bella 😀 ammazzarsi di dolci ai banchetti.
    Questo di Fano non lo conoscevo (forse merito una punizione peggiore perfino di voi che non ci eravate mai stati? :’D), ma parlando di carnevali non troppo lontani e a cui non si è mai stati io non sono mai andata a quello di Ivrea a beccarmi arance in faccia.
    Il grande sogno dei carnevali però per me rimane quello di Venezia, prima o poi devo riuscire ad andarci

    Liked by 1 persona

  3. Molto divertente, a dire la verità ci dispiace aver aspettato qualche annetto prima di riprovare l’esperienza. Il prossimo anno vorrei portare manager a Venezia o Ivrea….Ce la farò? 😂

    Mi piace

  4. Ah guarda, nessuna delle tre io vi costringerei ad una settimana intera di Barbara d’Urso, QuartoGrado e gran finale con C’èPosta per te. Lo so è una punizione corporale pesante ma è l’unico modo per espiare questo grande peccato ragazzi! 😀
    E stasera due Avemaria e un Padrenostro…ma non per il carnevale mancato in tutti questi anni…piuttosto per la goduriosa mangiata di castagnole e focaccia ripiena! 😛
    E vi ho trattati! 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...